Agibilità sismica in Emilia e consolidamento strutturale degli edifici
Agibilità sismica e consolidamento
Agibilità sismica in Emilia


Richiedi subito
un preventivo

Preventivo gratuito per consolidamenti strutturali
di edifici ed edifici storici in Emilia
 


L'agibilità sismica in Emilia

Agibilitàsismica: c'è tempo fino all'8 dicembre per la certificazione

L'agibilità sismica degli edifici industriali colpiti dal terremoto in Emilia dovrà essere verificata e documentata entro l'8 dicembre prossimo avvalendosi della consulenza di professionisti abilitati al rilascio della certificazione di agibilità sismica.

In attesa di ottenere l'attestato di agibilità sismica, le imprese potranno continuare a operare in forza di un certificato di agibilità sismica provvisorio, purchè gli immobili interessanti non evidenzino carenze strutturali o danni provocati dal sisma.

In termini di agibilità sismica, dei primi 13mila edifici verificati dopo il terremoto che ha colpito l'Emilia Romagna, circa un terzo rispondeva ai criteri di agibilità. Altrettanti, tuttavia, sono risultati inagibili, in aggiunta a più di 3mila edifici inagibili provvisoriamente, per rischio esterno o altre motivazioni.

Qualora gli edifici non ottengano il certificato di agibilità sismica, sarà necessario ricorrere a interventi di consolidamento strutturale che consentiranno di recuperare il patrimonio architettonico, storico e culturale, produttivo e privato dell'Emilia Romagna.

 

Sisma in Emilia e consolidamento
|
L'agibilità sismica in Emilia
|
Il consolidamento strutturale in Emilia
|
Terremoto in Emilia: ultime notizie
TEP Abruzzo | TEP Emilia Romagna | TEP Lazio | TEP Liguria | TEP Lombardia | TEP Piemonte | TEP Toscana | TEP Trentino Alto Adige | TEP Veneto | TEP Italia
I contenuti e le immagini presenti in questo sito sono coperti da copyright. È vietata la riproduzione non autorizzata, completa o parziale.